Skip to content

OKOME.US

Okome Scarica

FILM MINE VAGANTI SCARICA


    Contents
  1. Mine Vaganti Streaming Megavideo Megaupload del Film in Italiano ~ Maxi Diretta
  2. Mine vaganti
  3. Mine Vaganti
  4. Mine vaganti (2010)

Tommaso Cantone risiede a Roma da diverso tempo, dove ha avuto modo di crearsi una sua indipendenza e lì vive alla luce del sole la. Scopri dove puoi vedere il Film Mine vaganti in streaming legale. Per ogni piattaforma di streaming troverai la disponibilità in abbonamento, noleggio, acquisto e. Scaricare: Le parole chiave: Mine vaganti streaming ita, guardare Mine vaganti gratis, film completo Mine vaganti, Mine vaganti alta definizione, streaming Mine​. Mine vaganti, un film di Ferzan Ozpetek Trama del film Il lungometraggio inzia con un enigmatico flashback della Una donna vestita d un abito da sposa con. Titolo:Mine vaganti. Cast:Riccardo Scamarcio, Alessandro Preziosi, Nicole Grimaudo, Ennio Fantastichini, Elena Sofia Ricci, Carolina Crescentini, Ilaria Occhini.

Nome: film mine vaganti
Formato:Fichier D’archive (Film)
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file:23.58 Megabytes

FILM MINE VAGANTI SCARICA

Storia che scorre liscia. Deliziosa la fotografia e leggere le musiche. Per una buona serata non pesante ma neanche frivola. Se questa è, com'è stata defnita, una brillante commedia, allora io devo aver lasciato il senso dell'umorismo in frigorifero. Perchè, procedendo nella visioneho provato un senso di raffreddamento graduale, che congelava la curiosità iniziale per finire in indifferente apatia verso le vicende raccontate.

Quello che non mi ha convinto di questo film è prima di tutto il fatto che procede abbastanza meccanicamente diciamo per siparietti, che non approfondiscono i personaggi, non coinvolgono, ma ci danno la versione "comica" delle loro reazioni per esempio, il padre che al bar si fa prendere da una crisi di nervi convinto che tutti intorno sappiano del suo figlio omosessuale e ridano di lui.

Visualizzazioni Transcript 1 Mine vaganti, un film di Ferzan Ozpetek Trama del film Il lungometraggio inzia con un enigmatico flashback della Una donna vestita d un abito da sposa con strascico e velo smossi scenicamente dal vento cammina in un paesaggio di campagna di una bellezza idilliaca.

Molti anni dopo nella casa in cui si trova la nonna c'è molta attesa per il ritorno di Tommaso Riccardo Scamarcio nel paese d'origine in Puglia. Sbaglia per conto tuo, sempre". È il monito dell'anziana nonna al nipote Tommaso. Altri personaggi sono: la I Cantone, proprietari per l appunto di un pastificio in Puglia, appartengono a una famiglia Saranno proprio i..

Mine Vaganti Streaming Megavideo Megaupload del Film in Italiano ~ Maxi Diretta

Infatti il rientro a casa del figlio minore Tommaso, trasferitosi a Roma per studiare economia e commercio, ma che invece Tommaso è pronto a sconvolgere i piani del pater familias dichiarando apertamente la propria omosessualità e il desiderio Reincontrerà Alba, la cui strada incrocia professionalmente quella dei Cantone. Il regista turco Ferzan Ozpetek che da anni lavora in Italia con questo film Perchè, procedendo nella visioneho provato un senso di raffreddamento graduale, che congelava la curiosità iniziale per finire in indifferente apatia verso le vicende raccontate.

Quello che non mi ha convinto di questo film è prima di tutto il fatto che procede abbastanza meccanicamente diciamo per siparietti, che non approfondiscono i personaggi, non coinvolgono, ma ci danno la versione "comica" delle loro reazioni per esempio, il padre che al bar si fa prendere da una crisi di nervi convinto che tutti intorno sappiano del suo figlio omosessuale e ridano di lui.

Oppure la zia che, dopo una breve fuga giovanile a Londra, vive succube nell'ambiente familiare e lenisce le pene con generosi goccetti d'alcol. Diverte e fa riflettere. Merita veramente tanto, forse il migliore film che abbia visto di Ozpetek. Invece di uscire soddisfatti, uno rimpiange di non aver abbandonato la sala a meta'!

Da vedere, per il tema attualissimo. Pronti pero' a scappare! Bravi gli attori perfino Scamarcio!!!! Cosa significa "scegliere di non dire niente per non far soffrire"??!!

Forse chi ha una sessualità diversa è figlio di un dio Minore?

Mine vaganti

Per non parlare delle battute.. E intanto pensavo agli artt. Ringrazio Dio di essere nata nella Mia Famiglia. Recitazione strepitosa da parte di tutti, bellissima colonna sonora, risate, tristezza Davvero un gran bel film!

Mi ha fatto sorridere, ridere e anche pensare. La scena degli asciugamani è davvero spassosa, bravissimo e bellissimo Daniele Pecci. Bisogna riconoscere al regista il merito di essere quasi riuscito a far recitare Scamarcio. Purtroppo un po' banale e talvolta scontato. Da 1 a 5 Lodge - Inviata il domenica 21 marzo Filmozzo decente ma niente di speciale per chi è abituato al cinema americano.

Gli italiani recitano meglio di quanto ricordavo ma qui è la trama che è un po' insulsa. Un po' di gag qua e là che possono far ridere. I gay sono poco convincenti: questi di gay non hanno proprio nulla Nello - Inviata il domenica 21 marzo Il film è ben fatto, ha ritmo e ironia, anche se non riesce a scrollarsi di dosso quel fondo amaro che trovo nelle rappresentazioni di amori omosessuali; asfissia per le solite problematiche di esclusione e omissione sociale. Il film è gradevole, ma anacronistico.

Nello bigio - Inviata il sabato 20 marzo Prima parte del film spiccatamente commedia all'italiana anni 70, poi si evolve, grazie ad una colonna sonora appropriata alle scene, in commedia di maniera Due, le scene migliori - entrambe protagonista Lunetta Savino: nel negozio del centro, quando con una battuta alla "SofiaLoren"mette a posto una calunniatrice -ed al funerale Da non perdere paolo - Inviata il sabato 20 marzo Gay, non gay, gay-gay, non-non gay, agay, bogay?

Ferzan, basta, lo siamo tutti, non lo è nessuno, lo intuisci anche tu. Affascinantissima e vera Lecce, festa di matrimonio come un antico sacrificio, strano fado di Sezen Aksu, giovani femmine che offrono la vita a branchi di idioti. Attento, Ferzan, attento, quei due bambolotti del "giochiamo a pane e marmellata" seppelliranno infine la tua noia, il tuo vizio assurdo. La storia non brilla per originalità, itoni sono forse troppo leggeri e gai rispetto ai precedenti film,ma Ozpetek nonci fa comunque mancare la solita galleria di personaggi intriganti, gli eccessi grotteschi e farseschi, i colori accesi, qualche battuta fulminante.

AndreA - Inviata il sabato 20 marzo Il più bello dei film di Ozpetek. La sola cosa che ne esce a pezzi è la provincia italiana Mi sono dovuto ricredere: è un film con bel ritmo, ben interpretato, personaggi ben messi a fuoco, battute esilaranti. Tolti quei tre insopportabili minuti il film sarebbe quasi perfetto. Ottima l'inerpretazione di Fantastichini.

Mine Vaganti

Scamarcio è solo bello. Ho letto più volte in queste recensioni che "Ozpetek parla sempre di gay" "dovrebbe capire che non è obbligato a parlare di gay" ecc. Certamente il tema gli è caro lo affrontato in 3 film , ma vi informo che nei suoi "Harem Suaré", "Cuore sacro" e "Un giorno perfetto" non si vede nemmeno un gay.

Inoltre, dubito si vada a vedere un film senza conoscere la trama: non ha senso andare a vedere un film che parla di omosessualità per poi lamentarsi del tema trattato, o no? Si ride di cuore. Scrittura non sempre compiuta, ma comunque valida. Il regista domostra di avere peso, qualità e misura, bravo! Lo sforzo di ognuno di noi tende sempre a razionalizzare un emozione ed è evidente che l'argomento emoziona chi lo racconta e pertanto la sala tutta era divertita ed emozionata.

Complimenti e alla prossima! Il grande regista turco non sa parlare altro che di mondo gay , o del quartiere ostiense e come al solito mai andando in profondità.

Guarda questo: SCARICA DIDUP

Signori diciamo basta a Ozpetk che ci sta prendendo solo in giro in realtà non ha nulla da dirci. E' questo l'aggettivo che meglio descrive questo film ambizioso che tanto promette ma poco mantiene. Troppi personaggi, spesso solo abbozzati e soprattutto troppe virate della sceneggiautura, incerta tra farsa e melodramma.

Peccato che il cinema di Ozpetek, mai banale, non riesca a trovare quel giusto equilibrio che meriterebbe. Un applauso a Ilaria Occhini, bravissima. Roberto P. Anche la citazione di un tipo di pasta e del pastificio che la produce sembra più da documentario televisivo che da film d'Autore.

Mine vaganti (2010)

A mio avviso nel film sono presenti alcune cadute di stile e di buon gusto che fanno torto all'arte di Ozpetek e all' ambiente che, in parte, pare lo abbia ispirato. Da non mancare. Ancora una volta bravo Otzpetek che ha saputo arricchire con nuove sfumature di colore la sua narrazione. Attori, come sempre nei suoi films, scelti opportunamente e valorizzati al massimo.

Una Lecec solare, ma chiusa come molte parti d'Italia su alcuni temi come l'omosessualità o la semplice diversità del personaggio della Grimaudo. Comprensibili le reazioni dei genitori vergogna, dispiacere, ma anche attacco di chi denigra pubblicamente il figlio.

Tutti i temi trattati nei vari film di Ozpetek qui si riuniscono in un capolavoro. Bruno II. La sera stessa la nonna mette in atto un piano estremo per risolvere la situazione: pur affetta da diabete mellito , mangia un'enorme quantità di dolci che la porta alla morte. Durante il suo funerale passato e presente si fondono: la nonna ritrova il suo amato Nicola, fratello di suo marito e suo unico vero amore; Vincenzo e Antonio sembrano riappacificarsi, mentre Tommaso guarda ballare Marco e Alba.

Produzione[ modifica modifica wikitesto ] Dopo Un giorno perfetto , continua la collaborazione tra Özpetek e Procacci. La sceneggiatura è scritta a quattro mani da Özpetek e Ivan Cotroneo , ispirata a una storia realmente accaduta a due fratelli amici del regista. Ho scritto la storia per un posto che fosse lontano da Roma, ma poteva essere un posto qualsiasi, anche del nord; poi abbiamo ambientato tutto a Lecce, e ho voluto fare anche un omaggio a questa città che mi ha accolto in maniera meravigliosa.

Integralmente girato nel Salento , riconoscibile dalle torri di avvistamento costruite dal sovrano aragonese Carlo V , dalle spiagge di Gallipoli al Pastificio vero di Corigliano d'Otranto o dalle zone di piazza Sant'Oronzo e via Paladini di Lecce.