Skip to content

OKOME.US

Okome Scarica

IL CUD DELLA PENSIONE SCARICARE


    Il servizio consente di visualizzare, scaricare e stampare il modello I pensionati possono utilizzare anche il servizio Cedolino della pensione. L'Inps rende disponibile in modalità telematica la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, pensione e assimilati (CUD) direttamente sul portale web. CUD. Come richiedere il CUD di un pensionato INPS. 1. Tramite il sito INPS. L' operatore telefonico chiederà i dati del titolare di pensione, il codice fiscale e. La certificazione unica che ha sostituito il Cud, che certifica i redditi da lavoro dipendente, autonomo o da pensione percepiti nell'anno precedente è. CU INPS , modalità di rilascio della certificazione unica: ecco come visualizzare e scaricare l'ex CUD sul sito dell'Istituto.

    Nome: il cud della pensione
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file:16.56 Megabytes

    Ogni anno, la certificazione unica deve essere consegnata dall'Inps e dagli altri sostituti d'imposta, entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello in cui sono percepiti i redditi presenti nell'ex Cud Inps.

    Nel , la scadenza Cu per la consegna Certificazione Unica Inps è entro il 31 marzo Che cos'è la Certificazione unica Inps? La Certificazione Unica Inps è il nuovo modello CUD che l'Istituto deve consegnare ai pensionati Inps, ai percettori di prestazioni a sostegno del reddito nonché ai titolari di trattamenti previdenziali e assistenziali, al fine di certificare i redditi da loro percepiti nel corso dell'anno precedente, per cui , in quanto erogati direttamente dall'Inps.

    Ricordiamo che il modello Cu , serve ai fini della presentazione della dichiarazione dei redditi Certificazione unica Inps: quando disponibile Certificazione unica Inps come funziona? Il cud , è quindi uno dei documenti obbligatori che devono presentati dal contribuente per la compilazione del o Unico o per l'elaborazione del precompilato Inps.

    Delega rilascio CU Inps Anche una persona diversa dal titolare potrà richiedere il rilascio della Certificazione Unica Inps, sia che si tratti di soggetti delegati che di eredi del soggetto titolare deceduto.

    Ciascun delegato potrà presentarsi agli sportelli Inps con un numero massimo di due deleghe. Ogni anno, la certificazione unica deve essere consegnata dall'Inps e dagli altri sostituti d'imposta, entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello in cui sono percepiti i redditi presenti nell'ex Cud Inps.

    Nel , la scadenza Cu per la consegna Certificazione Unica Inps è entro il 31 marzo La Certificazione unica Cu certifica, appunto, i redditi del lavoratore dipendente o assimilato i redditi da pensione e i redditi da lavoro autonomo o assimilati. Serve a queste categorie di persone: dipendenti, pensionati, autonomi, che si troveranno poi a dover presentare dichiarazione dei redditi.

    Tra questi sono compresi i lavoratori che hanno percepito redditi sottoforma di indennità Inps pensiamo alla cassa integrazione, alla mobilità, alla disoccupazione. A cosa serve il Cud? La Certificazione unica Cu è un modello indispensabile per poter effettuare ogni la dichiarazione dei redditi, perché è proprio nelle sue pagine che sono elencati i redditi percepiti e le trattenute effettuate, dati fiscali e previdenziali.

    Quali informazioni contiene il Cud? Il 13 marzo è "andata in onda" la seconda puntata: l'ente previdenziale ha integrato la circolare n.

    Chi ha la disponibilità di un'indirizzo di posta elettronica, anche non certificata, potrà chiedere la certificazione reddituale, inviando una e-mail all'indirizzo richiestaCUD postacert. In altre parole, il pensionato, aiutato da un familiare se non è in grado di utilizzare gli strumenti informatici, dovrà redigere la richiesta a mano o con un programma di videoscrittura, firmarla, digitalizzarla, cioè passare allo scanner l'istanza ed il documento di riconoscimento, e, finalmente, inviare il tutto all'indirizzo mail sopra indicato, attendendo la risposta, i cui tempi di evasione non sono specificati.

    Come nella precedente puntata, una serie di interrogativi sorge ancora una volta spontanea: praticamente tutte le famiglie d'Italia hanno tra i loro componenti una o più persone anziane; allora, perché non è stata prevista, fin dall'inizio, la possibilità di richiedere il CUD via posta elettronica ordinaria, dato che, in genere, un figlio, un nipote o un altro congiunto possiedono un indirizzo e-mail dal quale spedire la richiesta?

    Ma, più in generale, viene da chiedersi: i costi del personale addetto alla spedizione dei CUD, sottratto ad altre attività, del numero verde, che, come tutti sappiamo, prevede l'addebito delle chiamate al ricevente, delle spedizioni cartacee tramite gli uffici postali, nonché le spese accessorie, non risulteranno, a conti fatti, superiori a quelle che l'Istituto avrebbe sostenuto spedendo il CUD a tutti, come è avvenuto fino all'anno scorso?