Skip to content

OKOME.US

Okome Scarica

SCARICA GIOCO DI CARTE TRESETTE DA


    A grande richiesta, la WhatWapp Entertainment è lieta di presentarvi il classico gioco del Tressette disponibile gratuitamente per i vostri smartphone e tablet. Gioca e divertiti con Tressette, il classico gioco di carte simile alla Briscola ( conosciuto anche come Tresette, 21 o ventuno), da oggi disponibile in una stupenda. Il nuovo gioco del Tresette per telefoni e tablet dove puoi sfidare persone reali e il divertimento non finisce mai. GIOCO PER I PROFESSIONISTI DEL. Scarica Tressette - Classici italiani direttamente sul tuo iPhone, iPad e iPod touch . Le carte sono in ordine di seme e valore e tutte ad alta definizione, perfette per il Tutte le regole, facilissime da imparare, nella sezione “Aiuto” del gioco. Scarica Tressette Più -Giochi di Carte direttamente sul tuo iPhone, iPad e iPod touch. Tavoli da gioco e carte personalizzabili (gratuiti).

    Nome: gioco di carte tresette da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file:16.82 MB

    Ricerca Avanzata. Mr Bump Pinball. Original Hardcore Pinball. Crescent Solitaire 3. Card Mania. Briscola Fueps. Due Fantagenitori Pinball. Al Capone Mahjong. Chudadi Beauties. Sunny Park Solitaire.

    Il giocatore riceverà i 3 punti di Buongioco per aver realizzato la cricca di bastoni per cricca s'intende Asso, Due e Tre e 3 punti per aver realizzato il tris di Due, totale 6 punti di Buongioco.

    Tressette On Line - Giochi Gratis

    Carte Piacentine. Carte Napoletane. Il Tesoro del Tempo. Card Wars Kingdom. Duel Links.

    GCC Pokémon Online. Reigns: Her Majesty. Lupo Mannaro Pro.

    Giochi carte gratis da scaricare

    Reigns: Game of Thrones. Vedi più app Carte. Compatibilità Android 4.

    Hai letto questo? CANZONE 883 SCARICA

    Sviluppatore Spaghetti Interactive Srl. Autorizzazioni Informazioni dettagliate. Le varianti sono molte ma il tressette classico, quello più diffuso, è il tressette incrociato a coppie fisse, che si gioca in 2 squadre da 2 elementi.

    Si descrivono le regole del tressette normalmente adottate nell'Italia centrale e meridionale per una partita giocata da 4 partecipanti con un mazzo di carte italiane. Stabilite le squadre, i giocatori si dispongono a croce, ovvero in posizioni alterne, in modo tale che gli appartenenti alla stessa squadra si trovino l'uno di fronte all'altro.

    Dopo aver designato il mazziere della prima mano in genere mediante una conta , il mazzo di carte viene da questi mischiato e successivamente "tagliato" dal giocatore alla sua sinistra. Il giocatore che distribuisce le carte deve assicurarsi di dare sempre la stessa quantità di carte ad ogni giocatore.

    Un modo per sorteggiare le squadre è quello di accoppiare il 4 e il 5 di denari oppure quello di accoppiare i primi due assi che escono. Prima di iniziare la partita, dopo che sono state distribuite le carte, il giocatore che possiede il 5 di denari si sposta se è necessario in modo da fare coppia con il 4. La partita è costituita da turni, detti "passate" o da molti, impropriamente, "mani" , in cui ciascun giocatore gioca una propria carta.

    L'insieme delle 10 passate necessarie ad esaurire le carte in dotazione ai giocatori viene detto "mano". La presa è effettuata dalla squadra cui appartiene il giocatore che ha messo sul tavolo la carta di grado più alto del palo giocato in quel turno. Quando non si possiede alcuna carta del palo giocato, cioè quando si ha un "piombo" e cioè "si piomba il palo" , si è liberi di giocare qualsiasi altra carta ma non si ha diritto alla presa.

    Per questa ragione, quando si determina un piombo, in genere ci si libera delle carte di minor valore o comunque meno funzionali per la strategia eventualmente elaborata.

    Al termine della mano si calcola il punteggio di ciascuna squadra in base alle carte prese durante quella mano, e lo si somma ai punteggi realizzati nelle eventuali mani precedenti. Nelle mani successive il mazziere cambia in senso antiorario e a cominciare il gioco è il primo ad aver ricevuto le carte.

    La partita termina quando una delle due squadre totalizza un certo punteggio, la cui entità dipende dalla regione geografica di solito 21, 31 oppure 41 punti. Questa regola impedisce un'eventuale rimonta della squadra in svantaggio ed evita quindi che la partita si concluda con entrambe le squadre aventi un punteggio superiore a quello richiesto. Valgono le stesse regole della modalità a squadre, e resta valido l'invito a mettersi d'accordo sulle regole prima di giocare.

    In ogni caso, è prassi distribuire comunque dieci carte a ciascuno dei due giocatori sempre cinque carte alla volta , lasciando il mazzo delle carte rimanenti sul tavolo in modo che mostri il dorso. Il giocatore che prende pesca la carta in cima al mazzo, la mostra all'avversario e la ripone fra le proprie carte, e lo stesso farà l'altro giocatore.

    Solo a quel punto chi ha preso fa il suo gioco, come di consueto. Inoltre non è possibile accusare Bongiochi o Napoli dopo la terza mano di gioco.

    Ai fini dell'attribuzione della presa, ad ogni carta è assegnato un grado determinato dalla posizione all'interno della seguente scala ordinata dal grado più alto a quello più basso :.

    Tresette (Tressette)

    La presa viene attribuita al giocatore che gioca la carta di grado più alto al seme della passata. Per il calcolo del punteggio di ciascuna squadra alla fine di una mano, a ciascuna carta viene attribuito un valore numerico secondo il seguente schema:. Per evitare di attribuire punteggi non interi, si eliminano dal computo le parti frazionali e si assegna un punto aggiuntivo alla squadra che ha effettuato la presa della decima e ultima passata chiamata in alcune regioni "rete" e viene conteggiata a fine gioco.

    In questo modo in ogni mano ci sono 11 punti in palio. Un avvenimento non rarissimo è il "cappotto". In questa mossa straordinaria il punteggio non è di 11 punti ma di Questo non presuppone necessariamente che la squadra che "fa cappotto", cioè quella vincitrice, abbia conquistato le prese di tutte le passate: è infatti possibile che la squadra che subisce il cappotto abbia realizzato una o più prese composte solamente da scartine o da un massimo di due figure senza conquistare il punto della presa dell'ultima passata.

    Si considera cappotto anche il caso in cui la squadra che lo subisce abbia usufruito di punti extra per aver accusato bongioco o Napoli.

    Nel caso in cui un giocatore nel proprio mazzo possiede un punto, due o una sola figura, quest'ultimo ha il diritto di chiedere l'annullamento della passata. Esiste un motivo ben preciso per cui a tressette si vince a C'è un'unica eventualità nella quale si vince l'intera partita alla prima mano e si verifica nel caso in cui si giochi a quattro. Il tressette con "accusa" prevede la possibilità di ottenere dei punti aggiuntivi rispetto agli 11 del mazzo nel caso in cui un giocatore abbia in mano una particolare combinazione di carte.