Skip to content

OKOME.US

Okome Scarica

SCARICARE MODELLO D3 ATA DA


    E' attivo il Modello D3 del Bando ATA per scegliere gli istituti Perché il MIUR permette di consultare già da ora l'elenco delle scuole. Si avvicina il termine ultimo per la presentazione del modello D3 per la scelta delle scuole da parte degli aspiranti di III fascia ATA che hanno. Tali scuole andranno riportate nel MODELLO D3. Si possono scegliere solo sedi della stessa provincia a cui è stato presentato il MODELLO D1 o D2 cartaceo. Modello D3 ATA - Ufficiali le date per la scelta delle Scuole. Dal 14 marzo al 13 aprile sarà possibile compilare il #modello D3. Il Miur, dopo una lunga attesa. Da ieri Mercoledi 14 Marzo ha preso il via la compilazione del Modello D3 per il Personale ATA per la scelta delle 30 sedi (scuole) sulla.

    Nome: modello d3 ata da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file:68.54 MB

    Sarà possibile scegliere un massimo di 30 destinazioni entro e non oltre il 13 aprile Inoltre, bisogna ricordare che il bando di concorso Personale Ata, stabilisce che i candidati possono scegliere un massimo di 30 istituzioni scolastiche e devono essere della stessa provincia indicata nel modello D1 o D2.

    Fatta chiarezza sulla funzionalità del modulo D3, vediamo nel dettaglio come compilarlo correttamente. Prima della compilazione del modulo, potrà apparire una schermata di avviso che annuncia che sul sistema non è stata acquista nessuna domanda associata al proprio profilo.

    In questo caso bisognerà contattare la segreteria della scuola presso la quale è stata consegnata la domanda cartacea. La scelta delle scuole è davvero molto semplice, infatti il candidato dovrà cliccare su aggiungi scuole e ricercare quelle di proprio interesse tramite la lista presente sul portale. Ho dimenticato il codice personale?

    Dalla scelta delle scuole alle graduatorie provvisorie, dai reclami alle graduatorie definitive, ne passerà ancora di tempo.

    Curiosità e tutorial su informatica, pubblica amministrazione, scuola e tanto altro!

    Come riporta il sito informativo Miur Istruzione, saranno diversi i temi affrontati. In primis i tempi e i ritardi nella valutazione delle domande. Si cercherà pertanto di ragionare su un modo per accelerare la procedura e di trovare soluzioni in materia.

    Si discuterà poi su un sistema di monitoraggio finalizzato a valutare le domande presentate e le varie modalità, con conseguente distribuzione tra le varie scuole. Nelle quali spesso il piatto tra domanda e offerta risulta completamente sbilanciato.

    In questo modo si dovrebbe fare chiarezza anche sulle tempistiche più o meno certe relative alla disponibilità del modello D3 , che al momento sembra sempre più lontano.

    Si cercherà poi di formare un nucleo di rafforzamento per le segreterie al fine di agevolare lo svolgimento delle valutazioni e verifiche e accelerare i tempi per tutte quelle segreterie scolastiche che hanno ricevuto moltissime domande.

    Ma il cui personale risulta esiguo. Non mancherà poi un punto relativo alla messa inefficienza dei servizi e soprattutto del sistema informatico.

    E' utile precisare che gli aspiranti all'inclusione nelle graduatorie di terza fascia saranno inserti, con riferimento al profilo professionale richiesto, secondo il punteggio complessivo in ordine decrescente calcolato in base alla tabella di valutazione dei titoli culturali e servizi prestati.

    Inoltre, all'atto della domanda andranno indicati anche eventuali preferenze, nonché dei titoli di accesso ai laboratori e gli assistenti tecnici. Non perdere le ultime news!

    Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere. Scuola Infine, vorremmo ricordarvi che il titolo di studio per l'accesso ai profili professionali di Assistente Amministrativo è il diploma di maturità, e per l Assistente Tecnico: il diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale. Per il collaboratore scolastico si richiede qualsiasi diploma, qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o riconosciuti dalle Regioni.